Parrocchia Santa Maria degli Angeli

Vai ai contenuti
In evidenza
CONOSCIAMO DA VICINO PADRE CORRADO DALMONEGO MISSIONARIO DELLA CONSOLATA

Domenica 8 luglio Padre Corrado DALMONEGO, missionario mantovano in Amazzonia, ci ha fatto visita in parrocchia ed ha concelebrato con il nostro parroco Don Giampaolo. Nell’omelia oltre a commentare le letture della domenica ci ha raccontato della sua esperienza missionaria in mezzo agli Indios della comunità Yanomami, dell’importanza di questa missione in piena foresta amazzonica.
Inoltre ci ha ricordato che Papa Francesco ha convocato un Sinodo speciale per l’Amazzonia per l’ottobre 2019 il cui titolo sarà «Amazzonia: nuovi cammini per la Chiesa e per una ecologia integrale».



Ascolta il Vangelo della domenica
Mc 6,7-13: Prese a mandarli.
15 LUGLIO 2018 - XV DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO (B)
Am 7,12-15 Sal 84 Ef 1,3-14 Mc 6,7-13:
Prese a mandarli.

Il commento è di Paolo Curtaz
SIRIA: DOSSIER A 7 ANNI DALL'INIZIO DELLA GUERRA
"Vediamo Gesù nei volti dei bambini siriani, ancora segnati dalla guerra che ha insanguinato il Paese in questi anni. Possa l’amata Siria ritrovare finalmente il rispetto della dignità di ogni persona, attraverso un comune impegno a ricostruire il tessuto sociale indipendentemente dall’appartenenza etnica e religiosa. Vediamo Gesù nei bambini dell’Iraq, ancora ferito e diviso dalle ostilità che lo hanno interessato negli ultimi quindici anni, e nei bambini dello Yemen, dove è in corso un conflitto in gran parte dimenticato, con profonde implicazioni umanitarie sulla popolazione che subisce la fame e il diffondersi di malattie". Brano tratto dal messaggio di papa Francesco dello scorso 25 dicembre

In Siria oggi a causa del conflitto in corso circa 13 milioni di persone vivono in condizioni di estrema necessità, mentre 3 milioni di bambini non possono frequentare la scuola. Solo nel 2017 il numero dei civili morti a causa dei bombardamenti è quadruplicato rispetto all’anno precedente, portando il totale a più di mezzo milione e circa il doppio di feriti e mutilati.Nel settimo anniversario dell'avvio di questo tragica guerra, Caritas Italiana pubblica il Dossier con Dati e Testimonianze "Sulla loro pelle. Costretti a tutto per sopravvivere" (.pdf), con l'obiettivo di approfondire la cause dietro i conflitti odierni e fare da cassa di risonanza del messaggio di papa Francesco dello scorso 25 dicembre

LAUDATO SI', L'ENCICLICA DEL PAPA SULL'AMBIENTE
««Laudato si’...»: così nacque la più bella poesia del mondo

«Altissimu, onnipotente, bon Signore, Tue so’ le laude, la gloria, l’honore et onne benedictione, ad Te solo, Altissimo, se konfàno et nullu hono ène dignu Te mentovare».
Il Cantico delle Creatureè una delle più belle composizioni poetiche di tutto il mondo e di ogni tempo.
Era il 1224, e Francesco giaceva ammalato su un lettuccio del suo San Damiano, la chiesetta diroccata dove una ventina di anni prima aveva ricevuto dal Cristo crocifisso il messaggio che aveva cambiato la sua vita e dove erano adesso insediate Chiara e le sue sorelle.
Papa Francesco ha voluto dedicare a quella lode infinita a Dio creatore e al creato la sua nuova enciclica Laudato Si’, che è stata pubblicata il 18 giugno, per ricordarci che l’uomo – proprio secondo la lettera e lo spirito del Genesi – non è il padrone dell’universo (Uno solo è il Padrone) ma che ne è il guardiano, il Custode; e che alla fine dei tempi, come ciascuno di noi dovrà riconsegnare a Dio la sua anima concessagli immacolata e da lui più volte sporcata e strappata, ricucita e ripulita, l’umanità dovrà riconsegnarGli il creato.
Che è stato concesso all’uomo per goderlo in tutta la sua bellezza e nella varietà infinita delle sue luci, dei suoi profumi e dei suoi sapori; ma che non gli è stato dato come un osceno balocco da violare e da prostituire, come un’immonda merce da vendere e comprare, e su cui speculare. Il creato che appartiene a tutti gli esseri umani, e soprattutto agli Ultimi della Terra.

Amici di C.A.S.A. San Simone

A Mantova ci sono cose bellissime, alcune meravigliose. Tra queste senz'altro C.A.S.A. San Simone,

C.A.S.A. San Simone è un acronimo che significa:
Centro
di Ascolto
Servizi
Accoglienza


si gioca dunque sul significato di casa luogo di protezione, accoglienza, crescita, ma anche luogo degli affetti, del sentirsi amati e valorizzati per quello che si è.
E' anche un centro nel centro storico della città. L'ubicazione esprime, così, anche geograficamente, l'intenzione di riportare i margini al centro, non solo al centro della città, ma anche dell'attenzione e della considerazione della comunità.

(Continua a leggere..............)

Torna ai contenuti