Vetrata di Cristo Re - Parrocchia Santa Maria degli Angeli

Vai ai contenuti

Menu principale:

Vetrata di Cristo Re

La Parrocchia > Descrizione della Chiesa

Vetrata di Cristo Re.
L'oculo, alto al centro dell'abside, riprende gli usi delle chiese antiche, dove domina l'immagine del Cristo glorioso, il cosiddetto Pantocrator, cioè "il Signore dell'universo" o, come si dice oggi, Cristo Re. La collocazione non è casuale: chi si affaccia sulla soglia del tempio è invitato a camminare verso la dominante immagine del Signore, così come di tutta la sua vita il cristiano deve fare un camino che porta a Lui.
Al pari delle immagini antiche, anche qui ogni particolare ha valore simbolico. L'Uomo-Dio veste un abito di porpora (visibile nella manica e all'altezza del petto), segno della sua divinità, e un mantello azzurro, segno della sua umanità; il mantello è foderato di rosso, per ricordare il Sangue da lui versato. Con la mano sinistra regge il libro aperto della sua Parola, con la prima quello greco, alfa e omega) per indicare che egli è il principio e la fine di tutto. La mano destra, alzata nell'atto della benedizione, tiene le dita divise in un gruppo di tre, a significare le Persone della Santissima Trinità, e un gruppo di due, espressivo delle due nature, umana e divina, che egli porta in sé. La preziosa aureola che gli incorona il capo porta iscritto il segno della croce, mediante la quale egli, per così dire, ha acquisito il diritto di essere il Signore dell'universo.

Vetrata di Cristo Re
Torna ai contenuti | Torna al menu