Cookie Policy Privacy Policy

Seconda Domenica "Partecipi" - Parrocchia Santa Maria degli Angeli

Vai ai contenuti

Seconda Domenica "Partecipi"

Commissione Caritas/Missioni > Materiale ottobre Missionario 2020

OTTOBRE 2020 MESE MISSIONARIO

Seconda domenica

(11 ottobre)

Partecipi

«Quello che abbiamo veduto e udito,

noi lo annunciamo» (1 Gv 1,3).

In questa seconda domenica del mese missionario la parola che ci guida è: Partecipi.
Il Vangelo che ascolteremo ci rende ancora più chiara ed esplicita la chiamata del Signore: egli ci invita a partecipare al suo banchetto di fraternità. Non vogliamo mancare a questo invito comunitario, troppo ripiegati sulle nostre necessità e sui nostri interessi particolari.
Vogliamo rispondere con gioia all’invito del Signore e lasciarci da lui educare alla fraternità per poter partecipare un giorno a quel banchetto di vita piena che egli preparerà nel suo Regno per tutti i popoli.
Preghiamo perché la fraternità che sperimentiamo intorno a questo altare ci conduca a vivere con spirito di apertura e accoglienza anche nei confronti di tutti gli uomini, di tutti i popoli e di tutte le culture, e a percepirli come nostri fratelli, perché tutti figli dello stesso Padre.
Preghiamo perché le nostre comunità, i gruppi e le associazioni siano luoghi in cui fare esperienza dell’amore di Dio in Cristo Gesù. La vita avanza perché conquistata, perché qualcosa o qualcuno ci ha rubato il cuore, ci ha appassionati e ci attira. Perfino fede, speranza, carità non sono idee, anzi secondo il filosofo Kierkegaard: “La fede è nell’infinita passione per l’esistente”.
Riflettiamo…
Dall’esortazione apostolica Evangelii Gaudium di Papa Francesco
La migliore motivazione per decidersi a comunicare il Vangelo è contemplarlo con amore, è sostare sulle sue pagine e leggerlo con il cuore. Se lo accostiamo in questo modo, la sua bellezza ci stupisce, torna ogni volta ad affascinarci. Perciò è urgente recuperare uno spirito contemplativo, che ci permetta di riscoprire ogni giorno che siamo depositari di un bene che umanizza, che aiuta a condurre una vita nuova. Non c’è niente di meglio da trasmettere agli altri.
Contemplare è avere uno sguardo evangelico sulla vita, è sentire di poter presentare al Signore risorto, presente nell’Eucaristia, ogni uomo e donna, nostri fratelli.
Papa Francesco ci invita a ripartire dal Volto di Misericordia del Signore, dal suo sguardo d’Amore per noi: lasciamoci guardare e raggiungere dalla sua Luce; lasciamoci guidare dalla gioia dell’incontro con Lui, che ci spinge ad annunciare la sua salvezza al mondo intero.
Ti sembra giusto?
Vi lasciamo alla riflessione personale con il link alla testimonianza video di Ernestina Cornacchia - missionaria laica in Brasile.
Torna ai contenuti
Cookie Policy Privacy Policy